Dove festeggiare San Juan: acqua, fuoco e rituali

0
354
festeggiare san juan

La festa di San Juan è la notte in cui si celebra il solsistizio d’estate con due giorni di ritardo. È una celebrazione che per la Chiesa cattolica coincide con la data di nascita di San Giovanni Battista e che è diventata una celebrazione con elementi e costumi molto marcati e simbolici: il fuoco purificatore, i bagni di mezzanotte, le erbe di San Giovanni, le canzoni, i balli o altri riti magici.

Secondo la tradizione per aiutare il sole ad affrontare la sua ridotta permanenza nel cielo e per dargli più forza bisognava accendere dei falò per incoraggiarlo e per prolungare la sua luce.

San Juan a Barcellona

La notte di Sant Juan è una delle notti piu suggestive e magiche che si vive nella città di Barcellona.

Le celebrazioni iniziano il 23 giugno al pomeriggio quando la Flama del Canigó arriva a Plaça de Sant Jaume, dove viene accolta dalle autorità municipali, l’Aquila della città e i Giganti mentre viene suonata la canzone “Montes del Canigó”.

Quindi, i rappresentanti di ogni quartiere prendono il fuoco che accenderà i falò di tutta la città.
mentre nelle piazze iniziano le celebrazioni, le cene popolari, i balli e i fuochi
pirotecnici.

Il fuoco allontana gli spiriti maligni, purifica, protegge e rigenera e durante la notte di San Juan, i falò si accendono quando il sole tramonta e si alimentano fino all’alba.

Dalle spiagge della Barcelloneta e lungo tutta la costa lo scenario è identico, falò, musica, balli, banchetti familiari, generazioni riunite per trascorrere la notte più corta dell’anno e propiziare i buoni presagi alla presenza del fuoco.

Ma oltre alle spiagge è l’intera città che vive l’euforia di questa notte. Ci si ritova tra amici, si ci organizza per fare barbecue. Le strade sono piene di gente e il clima è quello di una grande sagra di paese.

Il proverbio dice “Quien enciende fuego por San Juan no se quema en todo el año” -chi accende un fuoco a Sant Juan non si brucia per tutto l’anno.

Il piatto tradizionale di questo giorno è la coca de Sant Juan, è una delle torte più popolari della Catalogna e può essere di diversi tipi: candita con marzapane, panna o crema decorata con pinoli, o frutta candita. È il pasto tradizionale della notte di San Giovanni, e viene distribuito nei falò insieme a vini dolci o rancidi; è un dolce rotondo che richiama l’adorazione del sole.

San Juan ad Alicante

Dal 20 al 24 giugno 2018 ad Alicante si festeggia l’arrivo dell’estate con i falò della notte di San Giovanni (San Juan).
Si tratta di una festa molto antica, sin dal 1928, in cui le “hogueras”, gigantesche sculture di legno e cartone simili a quelle de las Fallas di Valencia, fanno da protagoniste.
Si celebra pochi giorni dopo il solstizio d’estate simbolicamente per “dare più forza al sole”, che a partire da quei giorni si fa sempre più debole e le giornate sempre più corte fino ad arrivare al minimo durante il giorno del solstizio d’inverno. Un modo quindi per far durare più a lungo l’estate.
Nel mese di maggio vengono presentate le varie sculture nei quartieri della città e viene eletta la “Bellea del Foc” (Bellezza del Fuoco) ossia la scultura più bella.
La festa si apre ufficialmente con la “plantà”, ovvero il posizionamento delle “hogueras” e con le “barracas”, tendoni che ospitano balli popolari e degustazioni di prodotti tipici.
Tutti i giorni, ma anche in tutti i fine settimana di giugno precedenti la festa, alle due del pomeriggio si organizzano spettacoli pirotecnici fragorosissimi nella Placa de los Luceros, le cosiddette “mascletàs”.
La festa si conclude il 24 giugno a mezzanotte con la “cremà”: dietro una straordinaria palma bianca creata dai fuochi d’artificio, ardono le “hogueras” distribuite in tutta la città tra musica, canti e balli.
Vale la pena ricordare anche il concorso dei fuochi d’artificio dal 25 al 29 giugno sulla spiaggia del Postiguet e negli stessi giorni il mercato medievale nel centro storico cittadino.

San Juan a Valencia

A Valencia il comune autorizza i falò nella spiaggia della Malvarosa.
La notte tra il 23 e il 24 giugno tantissime persone si riuniscono in spiaggia ed accendono grandi falò facendo festa fino al mattino.

saltare il falò la notte di San Juan
Durante la notte si mettono in atto alcuni rituali:

si dice che bisogna saltare il falò 7 volte o farsi il bagno dopo la mezzanotte saltando 7 onde dando le spalle al mare. Al temine del rito è possibile esprimere un desiderio, nella speranza di vederlo realizzato.

A Valencia il numero “magico” è il 7 ma nelle varie comunità si utilizzano numeri differenti 😉
Ad esempio in Galizia si saltano le onde 9 volte.

Previous articleCosa fare a Siviglia con bambini
Next articleCentri Estivi in Spagna
Sono psicologa e psicoterapeuta familiare. Mi trasferisco a Barcellona cinque anni fa dopo aver vinto un progetto Europeo nell'ambito dell'infanzia a rischio d' esclusione sociale della durata di tre mesi. La mia idea iniziale era quella di una pausa dall'Italia ma dopo poco tempo non ho avuto più dubbi su quale fosse la città dove avrei voluto vivere. Quando arrivo a Barcellona, non più giovanissima, scopro di voler dare un cambio alla mia vita. Ho sempre cercato di seguire i miei sogni per provare a migliorare la mia vita e non pentirmi in seguito dei se e dei ma. Adesso ho due paesi nel mio cuore e porto con me ovunque vada le mie radici e il mio cambio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here