Muoversi a Barcellona

0
886

Muoversi a Barcellona…l’anima camaleontica della Catalogna, dove nulla è lasciato al caso, soprattutto i mezzi pubblici, sempre puliti e puntuali.

Se avete una buona resistenza e delle scarpe comode, potrete visitare Barcellona anche a piedi!
Muoversi a Barcellona a piedi permette di scoprire l’architettura tipica del posto e svela anche quanto sia segreta e affascinante la città. Se decidete di immergervi in questa impresa, preparate scrupolosamente il percorso a partire da dove siete alloggiati, in modo da evitare di percorrere strada in più.

I meno atletici troveranno qui delle informazioni circa i mezzi di trasposto disponibili in città.

METROPOLITANA

Dispone di 6 linee di Metropolitana, che si snodano in città per circa 85 chilometri, attraverso 123 stazioni, e che viene integrata da una fitta rete urbana di ferrovie.

Le metro sono in funzione dalle 5 del mattino alla mezzanotte durante la settimana e fino alle 2 di notte nel weekend. Si può comprare un biglietto semplice dal costo di circa 1.30€, oppure esistono diversi abbonamenti che permettono di risparmiare sul costo del biglietto e che valgono su metro, autobus, tram e sulle linee urbane dei Ferrocarrils de la Generalitat e della Renfe.

AUTOBUS

Gli autobus si distinguono per colori e numeri diversi (ad esempio la linea rossa percorre il centro della città). Gli orari vanno dalle 6.30 del mattino fino alle 22, quando entrano in funzione le linee di autobus notturni (nitbùs) fino alle 4 del mattino. Una buona ed economica soluzione è quella di acquistare un biglietto cumulativo T10, valido anche per la metro.
Per orari e percorsi invece far sempre riferimento al sito ufficiale dell’Azienda di Trasporti Locali di Barcellona.

A Barcellona sono inoltre attive circa 15 linee notturne, la maggior parte delle quali passa per Piazza Catalogna.

BUS TURISTICI

Per scoprire i posti più interessanti della città invece, si può usare il Barcelona Bus Turístic che si muove lungo tre linee:

La linea ROSSA Quella nord: passa per Plaça Catalunya, il Passeig de Gràcia, la Sagrada Familia, il Parc Güell, il monastero de Pedralbes, il Museo del Fútbol Club Barcelona;

La linea AZZURRA La sud: parte dal Passeig de Gràcia e porta all’Anello Olimpico e alla montagna de Montjuïc, la zona del Port Vell, il Porto Olimpico, il Parco de la Ciutadella e il Barrio Gótico; la linea verde Lungo la costa, passa per il Porto Olimpico, il Poblenou e il Forum.

Il biglietto permette di salire e scendere dall’autobus quando e quante volte si vuole e garantisce degli sconti presso i principali luoghi di visita .

A Barcellona esistono anche altri due autobus speciali: il primo è il Bus dello Shopping che percorre tutto il giorno i 5Km della linea di negozi di Barcellona, il secondo è il TibiBus, che collega il centro di Barcellona al Tibidabo.

IN TAXI

I taxi sono gialli e neri ed espongono una luce verde se sono liberi. Il servizio è efficiente e più economico rispetto all’Italia, anche se ovviamente non conviene rispetto ai mezzi pubblici. Può essere, tuttavia, una soluzione pratica e veloce per evitare la folla, soprattutto nei mesi estivi. Di solito si trovano nei pressi dei luoghi più turistici e degli hotel.

IN BICICLETTA

A Barcellona si snodano circa 70 km di piste ciclabili e un giro in bici nella zona del porto, nel Barrio Gotico o al Parc de la Ciutadella può essere molto piacevole, oltre che ecologico e salutare. Mappe con itinerari a due ruote sono disponibili presso gli uffici del turismo o nei principali noleggi di biciclette. Il servizio di noleggio bici CicloBus Barcelona permette di affittare il mezzo per una o più ore, mezza giornata, uno o più giorni.
DALL’AEROPORTO AL CENTRO

La maggior parte dei voli internazionali, tra cui anche le compagnie low cost, atterrano al Barcelona El Prat Airport, l’aeroporto principale della città, situatoa circa 12 km dal centro. Da qui potete arrivare alla vostra destinazione finale in vari modi:

Navetta Aerobus

L’Aerobus collega l’aeroporto con Plaza de Catalunya, nel centro della città, con partenze frequenti per tutta la giornata fino all’1:00 di notte. Il tempo di percorrenza è di circa mezz’ora. Il biglietto costa circa 6 euro. Data la frequenza delle corse è il mezzo più pratico e veloce, ma a differenza di altri mezzi non lo si può includere negli abbonamenti per i trasporti, eccetto il City Pass.

Metro

La nuova linea L9 Sud collega l’aeroporto alla stazione di Fira Gran Via, da dove potete proseguire su altre linee fino alla vostra destinazione finale. Il costo è di circa 5 euro, ma potete includerla in uno dei pass per i traporti (Barcelona Card e Hola Bcn). Anche se veloce è un po’ scomoda nel caso in cui dobbiate cambiare più linee e viaggiaste con molti bagagli.

Treno

I treni RENFE fermano presso le stazioni centrali Sants Estació, Plaça de Catalunya, Passeig de Gracia e Clot-Aragó ed sono un mezzo economico perché lo si può includere in uno dei pass, mentre il biglietto solo andata costa poco più di 4 euro. L’unico svantaggio è che le partenze sono meno frequenti rispetto all’Aerobus (circa ogni mezz’ora) e l’ultima corsa è poco dopo le 23:00. Il tempo di percorrenza è di circa 30 minuti.

Autobus

La linea 46 fa la spola tra l’aeroporto e la città, fermando in Plaça de Espanya, con corse ogni 20 minuti circa, fino a mezzanotte. Di notte il servizio è effettuato dalle linee 16 e 17 che però fermano a Plaça de Catalunya. Il tragitto dura circa 45 minuti-un’ora a seconda del traffico, ma è il mezzo più economico: il biglietto singolo costa 2,15 euro ma potete includere la corsa (solamente della linea 46, non di quelle notturne) nei pass

Taxi

Se volete viaggiare in maniera comoda ed essere portati direttamente a destinazione potete prendere un taxi. Una corsa per il centro costa intorno ai 35-45 euro ed è previsto un piccolo supplemento per ogni valigia; di notte si applica un sovrapprezzo.

Previous articleI Misteri di Elche – Festa Patrimonio dell’Umanità
Next articleMuoversi a Lanzarote
Alessandra De Benedetti
Psicologa del Lavoro e delle Organizzazioni, titolo conseguito presso l’Università La Sapienza di Roma. Sono accreditata in qualità di docente nell’area di psicologia generale presso il Ministero dell’Interno. Mi sto formando ulteriormente in “Psicoterapia cognitivo comportamentale” in Barcellona, per ampliare le mie competenze circa la formazione comportamentale, l’orientamento e la valutazione organizzativa nei processi di consulenza alle organizzazioni e agli individui. Il mio essere riflessiva mi ha condotto ad intraprendere la carriera psicologica. Ho sempre pensato che il mettersi in discussione e riconoscere i propri limiti sia una componente sana e forte del nostro comportamento, la quale aiuta a trasformare tali limiti in risorse. Attualmente vivo in Barcellona, condivido la mia casa con un eterno compagno di vita ed una splendida figlia. E… sono qui, a vostra disposizione, per affrontare e condividere insieme questo viaggio “evoluzionario” che si chiama Vita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here