Servizi psicologici in Spagna

0
156

In Spagna è possibile accedere, in maniera gratuita, a servizi psicologici e di psicoterapia mediante il Sistema Sanitario pubblico.

Per richiedere un supporto di questo tipo occorre recarsi presso il proprio centro medico (Centro de Atención Sanitaria). Una volta qui, esporre le difficoltà al médico de cabecera (medico di base).

Quest’ultimo effettuerà una prima valutazione della situazione, ascolterà quindi come la persona si sente, quali sintomi ha e perché crede di aver bisogno di un supporto di tipo psicologico.

A questo punto possono il medico potrà decidere di farsi carico direttamente della persona, credendo di possedere le competenze per aiutarla a risolvere il problema, o qualora lo ritenga opportuna, potrà richiedere un intervento di tipo psicologico o psichiatrico.

Talvolta possono essere richiesti contemporaneamente gli ultimi due tipi di intervento.

In alcune Comunità Autonome il medico di base richiede sempre un appuntamento con lo psichiatra. In questo caso, sará lo psichiatra a decidere se è necessario un intervento di tipo psicologico.

Vediamo in concreto come prenotare una visita specialistica ad esempio a Madrid…

Nella Comunità di Madrid (puoi guardare la pagina web del Servicio Madrileno de Madrid), una volta che il medico ti ha consegnato il justificante de petición de cita  (un foglio per richiedere l’appuntamento con lo specialista). È possibile richiedere un appuntamento online o in maniera presenziale attraverso un centro apposito  (Centro de Gestión de Citas).

Nella richiesta dell’appuntamento, il sistema ti invierà presso i vari centri specializzati e gli ospedali tenendo conto degli orari e delle date disponibili del professionista designato, in modo da tener conto anche delle proprie preferenze. Attraverso lo stesso sistema è poi possibile verificare la propria prenotazione, annullarla o cambiare la data.

L’appuntamento viene richiesto inserendo i dati della tessera sanitaria della persona per cui si richiede la visita.

Nel caso la si richieda per un minore (al di sotto dei 14 anni), nella parte DNI/NIE occorre introdurre il documento dell’adulto. 

La “lista de espera” nel sistema sanitario pubblico 

La “lista de espera” (tempo di attesa per l’appuntamento), dipende dalla Comunità Autonoma in sui ci trova e dal numero di specialisti presenti in quella zona.

Nella Comunità di Madrid il tempo medio di attesa è di 30 giorni. In zone vicine (come Castilla La Mancha) si può arrivare anche ad aspettare 60 giorni o più.

Il Sistema Sanitario pubblico possiede figure professionali preparate nell’ambito psicologico/psicoterapeutico. Purtroppo a volte occorre aspettare un po’ di tempo prima di ricevere un appuntamento (così come può accadere che tra una seduta e l’altra passi troppo tempo).

Ottenuto l’appuntamento sarà lo psicologo a stabilire la modalità di svolgimento degli incontri e la frequenza delle successive visite, sempre in accordo con la persona.

Lo psicologo gratuito

In diverse città spagnole esiste questa possibilità, cioè di accedere a servizi psicologici…gratuitamente.

Questo tipo di auto in genere viene dato a chi è disoccupato da diverso tempo,  a persone diversamente abili, a donne vittime di violenza di genere e a chi ha difficoltà economiche.

Durante un primo colloquio si accerta quali siano le condizioni psicologiche ed economiche della persona.

A Madrid ad esempio ricordiamo le seguenti realtà che offrono questo tipo di servizio:

  • Psicólogos Sin Fronteras: il servizio viene offerto a chi si trova in difficoltà economiche, a chi si è recato presso uno psicologo del sistema sanitario pubblico ma il supporto non ha funzionato, a persone immigrate senza possibilità di pagare da sole delle sedute;
  • Amigos Madrid;
  • Amalgama Social, associazione che ha creato una rete di psicologi e assistenti sociali;
  • Teléfono de la esperanza, presente in diverse città spagnole. Si tratta di un servizio telefonico gratuito, che rispetta l’anonimato di chi chiama, fornendo un’assistenza urgente e specializzata. Inoltre si occupa di orientamento familiare e di fornire supporto in momenti di crisi.

E’ possibile inoltre rivolgersi a centri clinici privati di psicologia o a psicologi/psicoterapeuti che svolgono la libera professione (in molti casi anche online, tramite Skype o altre piattaforme).

Il mio consiglio è quello di consultare le pagine web per acquisire maggiori informazioni sui tipi di supporto offerto e per quali problematiche.

In molti di questi centri sono presenti diversi professionisti della salute.

Inoltre a volte è possibile avere accesso a un primo colloquio gratuito.

Esistono anche dei siti attraverso cui è possibile consultare i nominativi di psicologi e psicoterapeuti presenti nella propria zona.

 

Previous articleTre cose da valutare per trovare un buon dentista in Spagna
Next articleAtención Temprana: prevenzione disabilità e disturbi infantili
Gilda Picchio
Mi sono laureata in Psicologia Clinica ad Urbino e attualmente mi sto formando per diventare psicoterapeuta cognitivo-comportamentale. Mi sono innamorata della Spagna grazie ad una vacanza a Barcellona, all'età di 19 anni. Dal ritorno da quel viaggio sapevo che, terminata l'università, mi sarei trasferita in qualche città spagnola. Ho vissuto a Salamanca, a La Pineda (Tarragona) e due anni nella splendida città di Madrid, dove ho avuto l'opportunità di lavorare con bambini con difficoltà a livello familiare e sociale e dove ho frequentato un master sull'autismo. Ora vivo in Italia dove lavoro anche con persone richiedenti asilo e rifugiati. Tre anni fa ho intrapreso un bellissimo ed emozionante viaggio in moto, partendo da Barcellona sino ad arrivare al sud della Spagna e mentre lasciavo Granada, con le lacrime agli occhi, ho provato il rimpianto di non averci vissuto. Una parte del mio cuore rimarrà quindi sempre legata alle città di Madrid e di Granada. Mi è sempre piaciuto lavorare nel sociale, conoscere nuove persone e storie di vita e viaggiare... "Una volta che hai viaggiato, il viaggio non finisce mai, ma si ripete infinite volte negli angoli più silenziosi della mente. La mente non sa separarsi dal viaggio. - Pat Conroy"

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here