5 feste da non perdere a Valencia nel mese di agosto

0
1679
Foto Estudio Federico (Xativa)

L’estate è piena di feste da non perdere a Valencia e nei suoi dintorni, ma durante il mese d’agosto queste si moltiplicano

La gente lo sa. Le spiagge, il caldo, il sole…fanno sì che gli abitanti vivano molte ore del giorno in strada. Le vie sono sempre piene di gente; che va, che viene…e per questo che se ci si pensa bene, si può dire che Valencia vive all’aria aperta quasi tutto l’anno!

Ecco sì! Le strade sono piene di musica della tradizione della “pólvora” e di tante attivitàche sono un’occasione perfetta per conoscere il suo incanto, la sua bellezza, la sua gastronomia e il suo patrimonio. Valencia cittàcelebra in luglio la sua Fiera d’estate (concerti, eventi, cinema…) e nel mese di agosto tanti paesini cominciano a celebrare le loro feste che sono principalmente le feste migliori, popolari, religiose e sono tutte piene d´un carattere ludico-festivo.

Nella zona più prossima a Valencia si possono incontrare tante feste di paese importanti come per esempio: Paterna, Xàtiva, Ontinyent, Betera, Bunyol, o Requena, Quart de Poblet o Rafelbunyol. Delle cuifeste parleremo.

1. La Cordà

Paterna è un paesino vicinissimo a Valencia, si trova nella zona dell’Horta Nord;  la sua festa più importante si celebra il 26 di agosto con la CORDÀ. Questa è una festa pirotécnica che si celebra di mattina. È una festa per  tutti gli amanti del fuoco perché durante questa notte a Paterna si fanno esplodere circa 70.000 “cohets” in più o meno 25 minuti. Circa 2.000 petardi al minuto approssimativamente e vi sono un massimo di 300 partecipanti, i quali si vestono come se fossero apicoltori per poter partecipare. Questa festa è stata dichiarata Festa d´Interés Turístic Nacional è nata nel 1898 grazie a un gruppo d´amici. Una festa molto riconosciuta in città e ricercata dagli amanti della pirotècnia… e  dovete sapere che la potenza di questa polvora è cinque volte più grande che quella della mascletà di Valencia in fallas.

2. La tomatina

Bunyol è anche un paesino molto interessante e caratteristico de la zona di Valencia. Qui si celebra la festa de la Tomatina (tradotta sarebbe come la festa dei pomodori). Si celebra il prossimo 29 d’agosto ed è una delle feste più importanti di Valencia. Questa per la sua spettacolarità è conosciuta in tutto il mondo. Qui gli stranieri formano il 60 per cento totale della festa.

La Tomatina, è come una guerra di pomodori maturi. È conosciuta come la battaglia pacifica festiva de “les tomaques”. A questa festa non possono mancare anche la musica, la gastronomia…La Tomatina de Bunyol è anche Festa d Interés Turístic Internacional dal 2002 e la sua storia è nata dalla “guerra” fra due gruppi d’amici nel 1945 quando per scherzo… i due gruppi hanno cominciato a fare una piccola guerra di pomodori.

3. La Fira de Xativa

Foto Estudio Federico (Xativa)

Xàtiva è uno dei paesi più belli di Valencia. Il suo Castello imponente e la sua storia, così come la sua area  geografica, sono stati scenario di numerosi romanzi. La sua posizione è vicina alla strategica Via Augusta, che collegava Roma a Cadiz. La Fira de Xativa è senza dubbio la più importante delle comarche valenciane. Questa Fiera si celebra a favore di Jaume I dal 1250 è raggiunta da migliaia di turisti dal 15 al 20 agosto. Xàtiva si trasforma completamente per fare la Festes-fiera e il suo turismo cresce rapidamente durante questa settimana.

Invece continuando la nostra passeggiata per le terre e feste Valenciane non ci possiamo dimenticare del paesino Ontinyent. Un paese bellíssimo sito nella Comarca della Vall d’Albaida che ha 35.000 abitanti.

4. Moros i Cristians

Foto Estudio Federico (Xativa)

Qui i Moros i Cristians d’Ontinyent sfilano per le vie e la festa è per tutti. Nel 2010 si è celebrato il 150 anniversario della festa nella epoca moderna. La festa comincia il 24 agosto e finisce il 27. Questa festa è nata per la  riconquista della città da parte delle truppe cristiane del secolo XIII. E una festa del Sud di Valencia. È un appuntamento obbligatorio, importantissimo e unico perchè  non solo ci sono le eccezionali”Entradas” degli eserciti…ma, inoltre, il lunedì 27 si celebra l’atto più importante “ Les ambaixades”( si rievoca la guerra per la città fra due parti (moros y cristianos).

 

Foto Estudio Federico (Xativa)
Foto Estudio Federico (Xativa)

5. Alfabegues de Bètera

Una delle feste più simpatiche e aromatiche di Valencia si celebra nel paese di Bétera dedicata alla Virgen de Agosto…È la festa delle Alfabegues de Bètera. Si celebra dal 12 al 21 d’agosto. Il clou della festa lo si ritrova il giorno 15 quando si fa l’Ofrenda alla Madonna con le grandi piante aromatiche e la sua decorazione floreale non passa inosservata. E senza dubbio un altro appuntamento festivo per i visitatori e i curiosi.

Però le feste non si fermano qui…

I piccoli paesini come per esempio: Quart de Poblet, Picassent, Foios, Almàssera, Rafelbunyol, Albuixech situati nella l’Horta e Castelló del Rugat, l’Olleria, Agullent o Benigànim sono in festa in agosto.

Nit de paelles, attuazioni musicali, magia, “mascletaes”, processioni, xarangues, (musica valenciana alternativa), fanno sì che tutte le notti e tutte le mattine di Valencia siano più belli che negli altri mesi dell’anno. Valencia ad agosto e fino metà settembre ha tutta un’agenda festiva e ludica per tutta la gente che desidera vedere la vera essenza di gioia di Valencia e degli altri paesi valenciani.

Foto: Estudio Federico (Xativa)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here