I Misteri di Elche – Festa Patrimonio dell’Umanità

0
201

I Misteri di Elche, noti anche come “La Festa”, rappresentano un tesoro culturale per la comunità valenciana. Nel 1993 vennero dichiarati “Monumento nazionale” e stabilite diverse leggi a tutela della tradizione. Inoltre dal 2001 fanno parte delle “Opere Maestre del Patrimonio Orale e Immateriale dell’Umanità” dell’UNESCO.

I Misteri di Elche sono un’opera teatrale, anzi un vero e proprio dramma musicale sacro, che dal XV sec. ad oggi, vengono rappresentati ininterrottamente durante il mese di agosto, nella Basilica di Santa Maria e nelle strade del “casco antiguo” della città. Proprio per questo sono ad oggi, una testimonianza viva del teatro religioso medievale in Europa. L’opera dei Misteri consta di 259 versi, risalenti al Medioevo, in lingua latina e valenciana. Il testo originale è conservato nel Museo dei Misteri della città.

Con i Misteri, si celebra la festività della Vergine dell’Assunzione, rappresentando teatralmente la morte, l’assunzione e la coronazione della Vergine.

Vediamo nel dettaglio cosa sono i Misteri! 

Dall’11 al 13 agosto vengono eseguite le prove generali (11-12 22.30h – 13 17.30h), che sebbene non emozionanti come gli spettacoli dei giorni a seguire, data la mancanza dei costumi e dei fuochi d’artificio, sono già di per sé interessanti. Anzi a mio avviso, offrono la possibilità di godersi “lo spettacolo” con più tranquillità.

La Vespra

Il 14 agosto (18.00h) viene rappresentata la prima parte dei Misteri, nota come la “Vespra”. La rappresentazione ha inizio con l’entrata della Vergine, di Maria Salomé e di Maria Jacobe nella Basilica. Dalla cupola discende un angelo che annuncia alla Vergine la sua imminente e le dá una palma dorata affinché sia utilizzata durante le sue esequie (…ma ancora palme? Palme ovunque? Si, ad Elche non manca mai occasione di sfoggiare palme!). Entra San Tommaso, disposto ad assistere la Vergine durante i suoi ultimi istanti. Alla morte della Vergine, discende dal cielo il coro di angeli Araceli, giunto per portare la salma al cielo. Da ora in poi, la figura della Vergine viene sostituita con l’Immagine della Vergine dell’Assunzione, patrona di Elche.

La Festa

Il 15 agosto (18:00h) invece la seconda parte nota come la “Festa” ha inizio con i preparativi per le esequie di Maria, interrotti da un gruppo di ebrei che tentano di impedirne la sepoltura. Dopo una breve lotta con gli Apostoli, uno tra gli ebrei cerca di toccare il corpo della Vergine e rimane paralizzato. Di fronte il prodigio gli ebrei si convertono manifestando la loro devozione alla Madonna. Verranno poi battezzati da San Pietro con la palma dorata, data alla Vergine da un angelo durante la Vespra. Ebrei e Apostoli seppelliscono insieme l’immagine della Vergine, quando dal cielo discende nuovamente il coro degli Araceli che porta con sé la Vergine resuscitata nei cieli. A questo punto un nuovo gruppo di artisti, rappresentati la Santissima Trinità, discende dal cielo. Il Padre Eterno corona la Vergine come “Regina della Creazione”.

Con l’emozionante canto di “Gloria Patri” e fuochi d’artificio spettacolari,  terminano i Misteri di Elche.

Facilmente intuibile è como i Misteri di Elche facciano parte dell’identità culturale dei cittadini, sono più di 300 i volontari che annualmente lavorano per la riuscita della rappresentazione.

Ogni anno, con l’avvicinarsi del periodo dei Misteri, si sente nell’aria una sorta di trepidazione emotiva.

Quest’anno le emozioni saranno doppio dal momento che, come durante gli anni pari i Misteri vengono rappresentati anche in autunno.

Il 26 e 27 di Ottobre saranno eseguite le prove generali, mentre il 1 Novembre la Vespra e il 2 Novembre  la Festa.

Insomma in Spagna, come da consuetudine, non mancano mai le occasioni per disfrutar dei momenti di festa!  

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here